Juncker. Vertice con Conte. “Il governo faccia di più per la crescita. Preoccupato per regressione”

418

Agenpress –  “Le autorità italiane facciano sforzi supplementari per mantenere in vita la crescita in Italia”. Lo ha detto il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, al termine del colloquio del colloquio a Palazzo Chigi con il premier Giuseppe Conte.

“Sono leggermente preoccupato per il fatto che l’economia italiana continua a regredire e auspico che le autorità italiane facciano sforzi supplementari per mantenere in vita la crescita economica”.

“Tra Italia e Commissione Ue è grande amore, con tutti i ministri italiani”, ha aggiunto. E  sulla Nuova Via della Seta “non sono tra chi critica l’Italia per aver preso accordi in questo settore. Il premier Conte ha sempre fatto riferimento all’Europa. Però non è solo la Cina che deve usufruire di questo progetto, ma anche gli Stati di transito. Appoggeremo ogni sforzo per avvicinare Cina, Europa e Africa”.

Juncker ha parlato anche della “Torino-Lione”, che “non è un progetto ideologico, è un progetto tecnico. Abbiamo concordato che i ministri di Italia e Francia parlino tra loro e poi con la commissaria Ue per vedere quale soluzione si può trovare. Lascio alla cura di francesi e italiani trovare un accordo”.

In materia di immigrazione serve “una solidarietà più articolata tra l’Europa e l’Italia, che porta un grande fardello”, ha detto ancora  tornando a ricordare il finanziamento di un miliardo dato all’Italia per l’immigrazione e che dunque l’Ue non l’ha lasciata sola.