Fermata la corsa dei Buoi: Alessandro Mosso “non è finita”

660

Agenpress. «Aver fermato la corsa dei Buoi che ogni anno si svolge a Chieuti da parte della Prefettura di Foggia è una buona notizia. Tuttavia non è finita, questi soggetti che sfruttano ogni animale per trarne profitto non si arrendono facilmente, i Buoi pugliesi, purtroppo, non sono ancora salvi.

Certamente un plauso va alla sensibilità delle persone che con le loro proteste alimentano sempre di più uno stop a queste pratiche barbare» così in una nota il presidente dell’associazione ‘Animalisti Onlus’, Alessandro Mosso.

«Sono in corso ancora oggi procedimenti penali -continua la nota- per trovare i colpevoli dei maltrattamenti inflitti a questi animali, con pungoli e bastonate e dopo la morte di un anziano che nel 2018 venne travolto e ucciso da un carro in corsa.

Una Regione che finanzia una simile barbara tradizione è da mettere all’indice, senza se e senza ma –conclude Alessandro Mosso– saremo uniti insieme alle altre associazioni per chiedere fermamente alla Regione affinché si ponesse fine a una ‘manifestazione barbara’ e priva di ogni significato culturale.»