Iva. Salvini e M5S smentiscono aumento. Clausole di salvaguardia saranno disinnescate

490

Agenpress –  “L’iva non aumenterà. Punto. Questo è l’impegno della Lega. Siamo al governo per abbassare le tasse, non per aumentarle come hanno fatto gli altri governi”. Lo afferma in una nota il vicepremier leghista Matteo Salvini.

Stesso tono che si legge in una nota Nicola Grimaldi, Azzurra Cancelleri, Vita Martinciglio, Alvise Maniero, Davide Zanichelli, Pino Cabras e Raphael Raduzzi, portavoce del MoVimento 5 Stelle della commissione Finanze alla Camera.

“L’iva non può aumentare e non aumenterà. Le clausole di salvaguardia saranno disinnescate, come già avvenuto nell’ultima legge di Bilancio. Le risorse le troveremo nel Bilancio dello Stato, anche riordinando le tax expenditures e approfondendo la lotta all’evasione fiscale. Non sono parole al vento: con la fatturazione elettronica e le norme contenute nella pdl semplificazioni il gettito da evasione salirà inevitabilmente. L’Iva va evitata perché è la più regressiva delle imposte, colpendo le fasce sociali più deboli che mostrano una propensione al consumo più alta della media. A pagare le clausole di salvaguardia sarebbero quindi anche le nostre imprese votate alla domanda interna, che sono la grande maggioranza. Vi sono formalismi tecnici europei che impongono ai Governi di inserire queste clausole nel Def, ma l’iva non aumenterà perché non vi è alcuna volontà politica di farla aumentare”.