Istat: ad Aprile giù fiducia consumatori e imprese. Codacons: colpa del clima politico

587

Agenpress. Il terzo calo consecutivo della fiducia delle famiglie è un segnale estremamente negativo che riflette le preoccupazioni dei consumatori e delle imprese sul futuro del paese.

“E’ indubbio che sull’indice della fiducia gioca un ruolo decisivo il clima politico pesante delle ultime settimane, con i continui scontri tra M5S e Lega che minano profondamente le aspettative delle famiglie – spiega il presidente Carlo Rienzi – A tutto ciò si aggiunge l’incertezza sul futuro dell’economia, con la spada di Damocle dell’aumento Iva e le notizie negative che provengono dai diversi indicatori.

Una situazione generale destinata a peggiorare nel caso in cui dovessero scattare le clausole di salvaguardia sull’incremento dell’Iva, poiché il rincaro dei prezzi al dettaglio produrrà una ulteriore contrazione della fiducia e delle aspettative sul futuro sia per i consumatori, sia per le imprese, con una contrazione dei consumi e un rinvio degli acquisti da parte delle famiglie” – conclude Rienzi.