Sri Lanka. Tra le vittime i tre figli del patron danese di Asos. Falle nell’intelligence

652

Agenpress – Tre dei quattro figli del patron danese di Asos sono rimasti uccisi negli attentati di Pasqua in Sri Lanka. Lo riporta il Guardian. Nei giorni prima degli attacchi Alma, una delle figlie del miliardario Anders Holch Povlsen, aveva postato su Instagram una foto dei suoi fratelli nella piscina di un albergo. Non si sa ancora quale dei quattro figli si sia salvato.

Anders Holch Povlsen, 46 anni, fondatore della nota catena di abbigliamento, è anche il maggiore proprietario terriero della Scozia e il secondo di tutto il Regno Unito, è l’uomo più ricco di Danimarca.

Le vittime ad oggi ammontano a 290,  di cui almeno 35 stranieri, e più di 500 feriti sono il bilancio ancora provvisorio di otto esplosioni, le prime sei in simultanea, che hanno squarciato alcune chiese nell’ora della messa ed alberghi pieni di turisti. Ventiquattro i sospetti arrestati. Sette i kamikaze in azione.  La polizia ha scoperto 87 detonatori.

Il governo, ammettendo grosse falle nella sua intelligence, ha annunciato che dietro i sanguinari attacchi c’è il gruppo jihadista locale National Thowheed Jamath. Quest’ultimo, però, risulta aver agito con l’aiuto di una rete internazionale. “Non crediamo che gli attacchi possano essere stati portati avanti solo da un gruppo di questo Paese. Senza una rete internazionale non sarebbero riusciti”, ha detto il sottosegretario al governo Thowheed Jamath.