Salvini. Troppe seccature, difficile governare con il M5S. No centrodestra a livello nazionale

705

Agenpress – “Le seccature cominciano a essere troppe. Ho giurato il primo giugno. Ho fatto delle promesse agli italiani e intendo mantenerle. Certo, per andare avanti bisogna essere d’accordo in due”.

Lo afferma il vicepremier e segretario della Lega, Matteo Salvini, sottolineando che “i Cinque Stelle si devono mettere d’accordo tra di loro. Il ministro dice una cosa e il suo vice sostiene l’opposto. Il percorso sulle Province, che ora non sono né carne né pesce, è stato deciso insieme. Il problema è che cambiano idea troppo spesso. Non solo in questo caso, ma anche sulla flat tax, sull’immigrazione o sulle autonomie. Non si può dire contemporaneamente sì, no e forse. Se poi Di Maio ha un modo per sistemare scuole e strade senza enti intermedi sono pronto ad ascoltarlo. Però mi secca lavorare settimane per scoprire che hanno una nuova opinione”.

Riguardo al centrodestra afferma che l’alleanza “non è ripetibile a livello nazionale. E’ uno schema a livello locale che faremo dovunque. A livello nazionale non cambia nulla – ha aggiunto – Abbiamo un contratto di governo della durata di cinque anni e intendo onorarlo sino in fondo”. “A livello politico il presente è un altro, il futuro è un altro”.

Crisi di nervi al governo?  “No, io sono assolutamente tranquillo e soddisfatto del mio lavoro”, dice ancora, ribadendo che il governo va avanti.