Burkina Faso. Attaccata una chiesa a Silgadji, sei morti, anche il sacerdote

644

Agenpress – Sei persone sono morte in un attacco compiuto contro una chiesa a Silgadji, in Burkina Faso. Tra le vittime figura anche il pastore protestante che in quel momento stava tenendo una funzione religiosa, oltre ai suoi due figli e a tre fedeli. Gli assalitori sono arrivati a bordo di moto e sarebbero poi fuggiti verso il Mali.

L’attacco è avvenuto in una chiesa di Silgadji, un piccolo centro a 60 chilometri da Djibo, capitale della provincia di Soum, nel nord del Paese.

I prelati cristiani e musulmani sono già stati presi di mira da attacchi jihadisti, ma questo è il primo attacco di una chiesa in Burkina Faso dal 2015, data dei primi attacchi jihadisti. “L’attacco è avvenuto intorno alle 13, quando i fedeli stavano lasciando la chiesa alla fine del servizio religioso”, ha detto all’agenzia Afp un membro della chiesa protestante locale, sotto anonimato. ”

Quello compiuto ieri in Burkina Faso “è il primo attacco a una chiesa da quando la violenza jihadista è scoppiata nel paese dell’Africa occidentale nel 2016”. Lo segnala il sito della Bbc riferendosi a una nazione che vanta una “storia di tolleranza religiosa”. Silgadji, dove l’attacco è avvenuto verso mezzogiorno ora locale, si trova nei pressi di Djibo, il capoluogo della provincia di Soum. Gli aggressori, di cui non è chiaro né il numero esatto né l’affiliazione, sono arrivati a bordo di sette motociclette alla fine della messa, precisa il sito dell’emittente.