Conflitto di interessi. Di Maio, da Salvini mi aspetto lealtà. Replica: pronto, ma le emergenze sono altre

466

Agenpress –  “Sul Conflitto d’interessi mi aspetto lealtà al contratto. La legge è nel contratto e si deve fare perché abbiano fatto la legge anticorruzione e per contrastare la corruzione la cosa più importante è fare una legge che impedisca ai prenditori, non agli imprenditori, di avere santi in paradiso. Per fare in modo che non ci siano più leggi ad personam o ad aziendam per salvare il business a discapito di tutti gli imprenditori onesti italiani”. Lo ha detto Luigi Di Maio a San Giovani Rotondo.
Non si è fatta attendere la replica di Matteo Salvini, dicendosi pronto a firmare la proposta di legge del M5S, ma “l’emergenza per il Paese, e me lo dicono da nord a sud, sono il lavoro e la riduzione delle tasse”.

“Nel prossimo Cdm porterò l’aggiornamento della situazione sulla proposta della Lega sulla riduzione delle tasse, sulla flat tax, per famiglie e imprese” ha aggiunto Salvini. “Nei primi tre mesi di quest’anno hanno aperto 200mila nuove partite iva, l’obiettivo è arrivare a 300mila grazie alla flat tax su partite iva e artigiani. Quindi, va bene il conflitto di interessi, va bene l’acqua, va bene il taglio dei parlamentari, per carità di Dio, va bene tutto. L’emergenza in questo paese mi sembra si chiami taglio delle tasse, della burocrazia, lavoro e sicurezza”.