Danni maltempo Italia: Commissione Ue intende stanziare 277 milioni

654

l’Italia è il Paese che ha più beneficiato del Fondo di solidarietà Ue, con 2,51 miliardi ricevuti per catastrofi naturali


Agenpress. Mentre si contano ancora i danni causati dall’attuale ondata di maltempo primaverile, su quelli dello scorso autunno l’Unione europea intende stanziare 277 milioni dal fondo solidarietà.

Lo ha proposto la Commissione Ue e le risorse interessano 15 regioni. La proposta ora dovrà essere approvata dal Parlamento europeo e quindi dagli Stati membri.

Le regioni italiane che potranno beneficiare delle risorse stanziate dall’Ue sono: Friuli Venezia Giulia, le Province autonome di Trento e Bolzano, Liguria, Lombardia, Toscana, Emilia-Romagna, Lazio, Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna e il Veneto, la regione più colpita. In maniera minore, riceveranno un supporto anche la Valle d’Aosta e l’Abruzzo.
Comunque la ripartizione territoriale delle risorse spetta al governo italiano. L’Italia aveva presentato a Bruxelles un conto dei danni causati dal maltempo nell’autunno 2018 pari a 6,2 miliardi di euro.

“Siamo a pochi giorni dalle elezioni europee e il Parlamento non sta lavorando, credo che settembre sia la scadenza più ragionevole” per ottenere il via libera dell’assemblea allo stanziamento, ha sottolineato il commissario Ue alla Politica regionale, Corina Cretu.

“Il calcolo dei danni è prima di tutto una responsabilità dello Stato colpito e l’Italia ci ha presentato un rapporto molto dettagliato di quasi 500 pagine – rileva Cretu – so che ci sono state speculazioni sul fatto che i danni siano stati sovrastimati, ma secondo i nostri esperti la stima è affidabile. Tuttavia, se le valutazioni ex post dovessero evidenziare discrepanze significative, possiamo correggere l’importo del supporto Ue”. Dalla sua creazione, il 2002, l’Italia è il Paese che ha più beneficiato del Fondo di solidarietà Ue, con 2,51 miliardi ricevuti per catastrofi naturali.