Usa. Dopo l’Alabama anche il Missouri vieta l’aborto

525

Agenpress – La governatrice dell’Alabama, Kay Ivey, ha firmato la legge contro l’aborto approvata ieri dal Senato dello Stato Usa. Il provvedimento prevede un divieto quasi totale alll’interruzione di gravidanza in tutto lo stato, anche nei casi di stupro e incesto. Dopo la ratifica, il testo entrerà in vigore fra sei mesi.

La legge, prevede che una donna possa abortire solo in presenza di un grave rischio per la sua salute o in caso di “anomalia letale” del feto. Al di fuori di questi casi, i medici che proveranno a praticare l’interruzione di gravidanza rischiano di essere condannati a 10 anni di carcere, che salgono a 99 anni nel caso in cui l’operazione vada a buon fine.

Anche  un altro Stato Usa si appresta a varare una nuova stretta sull’interruzione di gravidanza. Il Senato del Missouri ha approvato una legge che limita a 8 settimane, rispetto alle attuali 21 settimane e sei giorni, il periodo in cui si può abortire. Uniche eccezioni i casi di “emergenze mediche”, ma nemmeno in questo caso lo stupro e l’incesto. Ora serve il voto della Camera dello Stato, controllata dai Repubblicani come il Senato.

Per entrare in vigore la nuova legge avrà infine bisogno della firma del governatore Mike Parson, anch’egli repubblicano e sostenitore dell’iniziativa.