Voli di Stato. Salvini: nessun abuso, solo impegni istituzionali. Sfido a dimostrare il contrario

316
Il bimotore Piaggio P-180 – ribattezzato la “Ferrari dei cieli”

Agenpress – “Nessun abuso, nessuna irregolarità, nessun volo di Stato o della Polizia per fare comizi ma sempre per impegni istituzionali. Sfido chiunque a dimostrare il contrario”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini. La procura del Lazio della Corte dei Conti ha aperto un fascicolo esplorativo sui voli effettuati dal vicepremier.

La procura contabile del Lazio, guidata da Andrea Lupi, ha aperto il fascicolo sull’uso del bimotore Piaggio P-180 – ribattezzato la “Ferrari dei cieli”– non solo per partecipare a eventi ufficiali ma anche per iniziative elettorali, scrive oggi Repubblica in un articolo a firma di Luca Serranò.

Sul mercato privato il P-180 viene noleggiato per 4-5mila euro l’ora ma nel caso della flotta statale la spesa è circa la metà: il conto per i viaggi di venerdì scorso sarebbe quindi di circa 10 mila euro.

Nel 2015 un fascicolo fu aperto sull’utilizzo di un volo di Stato da parte dell’ex premier Matteo Renzi per andare in vacanza a Courmayeur con la famiglia in base a un esposto del MoVimento 5 Stelle. Le accuse vennero archiviate. Nell’occasione per il fascicolo di Salvini si parla di atto dovuto.

Voli di Stato. La Corte dei Conti indaga su Salvini. Aerei ed elicotteri per comizi elettorali