In Italia è sempre in crescita il turismo all’aria aperta

967
Agenpress. In Italia è sempre in crescita il turismo all’aria aperta. Sono decine di milioni le presenze all’anno, secondo i dati dell’Osservatorio italiano del turismo outdoor. E’ in aumento anche il settore legato agli anziani.
Nel 2018 gli arrivi legati al “turismo outdoor” in Italia nel periodo marzo/ottobre sono stati 13 milioni 609 mila. Le presenze totali hanno raggiunto quota 41 milioni 201 mila. E nel 2019 si prevede un incremento del +4,1% degli arrivi e del +8,1% delle presenze, raggiungendo quindi rispettivamente i 14 milioni 174 mila e i 44 milioni 559 mila.
Le regioni che hanno il primato in questo settore turistico sono il Trentino Alto Adige, la Sardegna e l’Emilia Romagna.
Nelle previstioni le regioni che otterranno i maggiori indici di crescita nel 2019 saranno il Piemonte (+9,8%) e l’Abruzzo (+9,7%), seguiti dalla Campania (+7,8%) e dal Friuli Venezia Giulia (+6,1%).
In generale – secondo gli ultimi dati del Centro internazionale di studi sull’economia turistica (Ciset) – i turisti che arrivano in Italia dai Paesi esteri nel 2018 hanno speso il 6,5% in più rispetto all’anno precedente, producendo un aumento del Pil nazionale del 0,85%.
I viaggiatori stranieri lo scorso anno hanno lasciato in Italia 41,7 miliardi di euro. Le prime regioni per sviluppo turistico sono Lombardia, Lazio, Veneto, Toscana e Campania.
Infine la Fipac (Federazione italiana pensionati attività commerciali di Confesercenti) infica anche un forte aumento del turismo legato agli anziani in Italia. Il turismo ‘silver’ italiano nel 2018 ha visto le presenze di over 65 nel nostro Paese arrivare a 77 milioni. Numeri elevati – in Portogallo, meta tradizionalmente associata ad un turismo meno giovane, le presenze totali di turisti di tutte le età superano di poco i 72 milioni – che fanno dell’Italia una delle destinazioni più gettonate dai “silver tourists” d’Europa.