Vendite case in aumento. Prezzi e tassi bassi, il 78% famiglie può comprarne una

364

Agenpress – Nel 2018 le transazioni del  mercato immobiliare residenziale sono state quasi 580.000, il dato più alto dal 2010 ad oggi, con un fatturato di oltre 94 miliardi di euro. È quanto emerge dal rapporto immobiliare residenziale realizzato dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con l’Abi. Tra le grandi città i maggiori rialzi si sono registrati a Bologna, Palermo e Napoli.

L’acquisto di una casa risulta accessibile nel 2018 al 78% delle famiglie italiane, valore che rappresenta il massimo storico mai registrato.

Circa la metà degli acquisti di abitazioni registrati nel 2018 è stata effettuata ricorrendo a un mutuo. È quanto emerge dal rapporto immobiliare residenziale messo a punto da Agenzia delle entrate e Abi. Su oltre 578 mila transazioni, per 282 mila acquisti le famiglie italiane si sono avvalse di mutui ipotecari, l’8,8% in più rispetto all’anno precedente.

A fine 2018 l’indice era pari a 14,6%, 8 decimi in più dell’anno precedente e 10 punti in più del minimo registrato nel primo semestre 2012. L’aumento, spiega l’Abi, è riconducibile sia al calo del costo “relativo” delle case (rapporto tra prezzo e reddito disponibile) sia alla contrazione dei tassi di interesse sui mutui (2,02% a tasso fisso).