Sblocca-cantieri. Via libera alle telecamere negli asili e nelle case di cura per gli anziani

544
Immagine di repertorio

Agenpress – Con il decreto Sblocca cantieri arriva infatti l’obbligo di installare telecamere in tutte le aule delle scuole dell’infanzia e in tutte le strutture di assistenza e cura di anziani e disabili: è stato approvato dalle commissioni Lavori pubblici e Ambiente del Senato l’emendamento bipartisan al decreto, firmato da senatori di Lega, M5S, Pd e Forza Italia. La proposta, come annunciato, è stata rivista soltanto sulle coperture. Anche Matteo Salvini l’ha commentata, parlando di “altra promessa mantenuta”.

La proposta assegna al ministero dell’Interno una dotazione di 5 milioni per il 2019 e 15 milioni per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024 che serviranno ai Comuni per installare in ogni aula di ogni scuola per l’infanzia sistemi di videosorveglianza e apparecchiature finalizzate alla conservazione delle immagini. Altrettanti ne vengono stanziati per fornire gli stessi strumenti alle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali per anziani e persone con disabilità, a carattere residenziale, semiresidenziale o diurno.

“Telecamere per difendere bimbi, anziani e disabili, altra promessa mantenuta!”. E’ il commento del vicepremier Matteo Salvini sull’emendamento approvato al decreto sblocca-cantieri.

“Il via libera ai fondi per l’installazione di telecamere nelle scuole per l’infanzia e nelle strutture socio assistenziali per anziani e disabili dà ragione alla battaglia che Forza Italia porta avanti da tempo a tutela dei più deboli. Il fatto che questo obiettivo sia condiviso in maniera trasversale è motivo di grande soddisfazione”. Così la deputata di Forza Italia Annagrazia Calabria, promotrice della legge sulla videosorveglianza. “Ci auguriamo che ora si acceleri sull’arrivo in Senato del provvedimento, che alla Camera è stato approvato su testo a mia prima firma, per offrire una normativa ampia e coerente che punti anche sulla formazione del personale come forma imprescindibile di prevenzione di abusi e maltrattamenti”, ha aggiunto.