Governo. Conte incontra Salvini e Di Maio. La Russa: “da avvocato a giudice di un divorzio”

941

Agenpress – Giuseppe Conte ha incontrato in mattinata Matteo Salvini. Si è trattato del primo faccia a faccia tra i due dopo il voto di domenica che ha decretato il successo della Lega e un duro colpo ai 5 Stelle.

Da parte sua il premier ha ribadito di non avere nessuna intenzione di “farsi commissariare” dal vicepremier leghista. “Decido io se andare avanti”, ha detto, e in quanto garante del Contratto è il primo a sostenere che il governo vive solo se mantiene gli impegni sottoscritti dai due soci di maggioranza. Salvini ha provato a rassicurare pubblicamente Conte: “Ha la mia fiducia, non ho ambizioni, non voglio commissariare nessuno, non voglio andare al voto”. Ma non vuole intralci al suo programma.

Poi è stata la volta del ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, che è andato a Palazzo Chigi.

“Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che in queste ore sta ricevendo con incontri separati Luigi Di Maio e Matteo Salvini più che l’avvocato difensore del popolo sembra essere il giudice di un divorzio”, ha commentato Ignazio La Russa, senatore di Fratelli d’Italia intervenendo a L’Aria che tira in onda su La7. “Spero  che si prenda atto che sia meglio mandare a casa un governo in cui una parte condanna come ‘porcate’ le scelte che l’altro alleato propone e che finora ha votato e che si torni appena possibile a dare agli elettori la possibilità di scegliere un esecutivo che abbia un programma chiaro e condiviso”.