Slocca cantieri. Toninelli. Siamo al giro di boa, Salvini lo vuole fare o no?

266

Agenpress – “A Salvini che dice che non vuole far cadere il governo e andare avanti chiedo di venire al tavolo” tecnico sullo sblocca cantieri, “la campagna elettorale è finita”.

Così il ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli, intervistato a Radio24 commenta in diretta le parole del vicepremier che, in contemporanea su Rtl, dice di di voler fare cadere l’esecutivo ma che “il governo è pagato per fare”.

“A parole dice andiamo avanti ma nei fatti con l’emendamento allo sblocca cantieri bocciato da tutti e non solo da noi, fa l’esatto opposto”.

“L’emendamento presentato dalla Lega sullo sblocca cantieri (che sospende per due anni il codice degli appalti) è una stupidaggine, non sta in piedi giuridicamente ed è stato bocciato da tutti, Anac, associazioni di imprese e fa dubitare che sia solo un pretesto per creare caos e far cadere il governo”, aggiunge Toninelli.

Sui conti pubblici italiani, dice che sembra “difficile che Conte possa parlare con l’unione europea con uno che fa cadere lo sblocca cantieri che è un provvedimento di legislatura – ha detto – Una trattativa giusta per riuscire a fare una vera e propria riforma fiscale la si può fare solo se alle spalle di Conte c’è un governo compatto. Siamo al giro di boa, lo sblocca cantieri Salvini lo vuole fare o no. Se è no, Conte non ha alle spalle un governo di legislatura”.