Tiananmen. 30° anniversario. Pompeo (Usa). Onore all’eroico movimento di protesta del popolo cinese

390

Agenpress –  Alla vigilia del 30/mo anniversario della brutale soppressione delle proteste pacifiche di piazza Tiananmen, il segretario di Stato Mike Pompeo ha ricordato che gli Usa “onorano l’eroico movimento di protesta del popolo cinese” invitando il governo di Pechino “a rendere completamente e pubblicamente conto di quelli uccisi o scomparsi per dare conforto alle molte vittime di questo oscuro capitolo della storia”.

Dopo 30 anni, ha aggiunto il segretario di Stato, le speranze di una società più aperta e tollerante in Cina “sono svanite”.

Immediata la reazione della Cina che accusa gli Usa di attaccare i suoi sistemi e di infangare le sue politiche dopo i commenti del  carichi “di pregiudizio e di arroganza” dedicati ai 30 anni della repressione nel sangue della protesta degli studenti di piazza Tiananmen.

Con “il pretesto dei diritti umani”, Pompeo è intervenuto “grossolanamente negli affari interni della Cina”, si legge in una nota dell’ambasciata cinese a Washington. “E’ un affronto al popolo cinese e una grave violazione del diritto internazionale e delle norme di base che regolano le relazioni internazionali”, esprimendo “forte insoddisfazione e ferma opposizione”. La dichiarazione cinese fa riferimento non alla repressione, ma “all’incidente politico della fine degli anni ’80”, rilevando che il governo e la gente cinesi hanno da molto tempo “raggiunto il verdetto” sui fatti accaduti. Non solo: “i diritti umani della Cina sono nel miglior periodo di sempre”.

 

 

 

Ieri,  (ANSA).
FT/ S0B QBXB