Salvini. Cambiare l’Europa. Pronto decreto sicurezza. Avanti con lo Sblocca cantieri

482

Agenpress – “Bisogna accelerare sull’attuazione del contratto di governo, chiedo di accelerare sulle cose: taglio delle tasse, riforma della scuola e della giustizia, autonomia. Avevo chiesto un voto per provare a cambiare l’Europa, non ho certezze ma almeno do battaglia. Non ho chiesto il voto agli italiani per portare tre ministri o sottosegretari in più. Non vendo certezze ma coraggio e idee chiare”. Così il leader della Lega e vicepremier Matteo Salvini a Radio Anch’Io su Radio Rai 1, annunciando di aver pronto “il decreto sicurezza bis, verrà approvato in Consiglio dei ministri”.

“Si va avanti sullo Sblocca cantieri, va tolta burocrazia e su questo l’accordo si è trovato: è un bene per il Paese”. “Il governo è in carica da 12 mesi per 11 mesi abbiamo lavorato bene; nell’ultimo mese ci sono stati bisticci e polemiche. Finita la campagna elettorale la mia speranza era che si tornasse a lavorare e mi sembra questo stia avvenendo”.

“Flat tax e autonomia” vanno attuate “nelle forme che serve all’Italia: la riduzione delle tasse è l’unico modo per tornare a far crescere il Paese. Bisogna rendere possibile e conveniente pagare le tasse”.  Per la flat tax servono 40 mld, gli è stato fatto notare dal conduttore. “Ogni anno – ha replicato Salvini – se si va avanti con la politica dei tagli, il debito sale di 65 mld. Dove troviamo 40 miliardi? E’ giunto il momento del coraggio, della presa d’atto”.

“Oggi sono ad Ascoli Piceno, poi in Umbria; sarò a Roma domani e dopodomani. Avremo modo di vederci, sentirci e confrontarci con Di Maio. Bisogna accelerare sull’attuazione del contratto di governo. Ieri non è cambiato nulla. I giornali li leggono sempre meno persone  il voto rappresenta proprio la distanza tra i titoloni e la gente”.