Sottosegretario Merlo: “Ora relazioni commerciali ed economiche più forti tra Italia e Messico”

279

Agenpress. Si è conclusa oggi la visita istituzionale in Messico del Sottosegretario agli Esteri, Sen. Ricardo Merlo. Una missione con una forte impronta economica e commerciale, oltre che politica e culturale. Fittissima l’agenda del membro del governo italiano, per una settimana di intenso lavoro a favore degli italiani e delle imprese italiane in Messico, ma anche di diversi settori economici, imprenditoriali e industriali del nostro Paese.

Infatti, ad accompagnare il Sottosegretario Merlo, oltre al suo Capo Segreteria dott. Stefano Ravagnan e a un funzionario del ministero dello Sviluppo economico, la dott.ssa Paola Brunetti, una delegazione formata dai rappresentanti delle più grande associazioni di settore italiane, tra cui Confindustria, ABI (l’associazione delle banche italiane, ndr), Ance (Associazione nazionale costruttori edili, ndr). Con il Sottosegretario, durante gli incontri di natura economica a Città del Messico, c’erano i rappresentanti della Camera di Commercio italiana in Messico, di ICE e SACE, che si occupano di accompagnare le imprese italiane nella promozione del made in Italy oltre confine e nel loro sviluppo all’estero.

“Le potenzialità in Messico per le imprese italiane sono enormi”, commenta il Sottosegretario Merlo, “e grande è l’interesse del Paese per tutto ciò che è made in Italy, che oltre a essere sinonimo di eccellenza per quanto riguarda enogastronomia, cultura, moda e arte significa anche know how tutto italiano e qualità tricolore in settori come quelli delle costruzioni, delle infrastrutture, dei trasporti o dell’industria. L’Italia – assicura Merlo – parteciperà, in un futuro prossimo, al progetto politico ed economico che il Messico sta programmando per i prossimi anni”.

Durante la sua missione, il Sottosegretario ha tenuto diversi incontri al ministero degli Esteri messicano. Quello con il Titolare dell’Instituto para los Mexicanos en el Exterior, Roberto Valdovinos Alba, la riunione con il Sottosegretario agli Esteri, Amb. Julian Ventura (competente per l’Europa) e infine il faccia a faccia con il Sottosegretario per l’America Latina e i Caraibi, Maximiliano Reyes.

Sono stati tutti incontri cordiali e di altissimo livello, riunioni che il Sottosegretario giudica “proficue” per entrambi i Paesi dal punto di vista delle relazioni politiche e istituzionali.

Merlo ha anche visitato l’Istituto Italiano di Cultura e poi ha partecipato all’Ambasciata d’Italia al ricevimento per la Festa della Repubblica Italiana. Durante il suo intervento di saluto, tra le altre cose ha ricordato che il governo “non ha alcuna intenzione di uscire dall’euro o dall’Unione Europa”, perché – ha detto – “Italia è Europa, questo sia chiaro a tutti”.

“La comunità italiana in Messico, viva e presente, è formata da connazionali – osserva il senatore eletto in Sud America – che sentono forte la voglia di partecipare, di crescere, di contribuire allo sviluppo della terra che li ospita ma senza mai dimenticare da dove vengono, le proprie origini, la propria identità. E’ stato un onore per me poter celebrare la Festa della Repubblica con loro e brindare insieme per un futuro ancora più roseo per quanto riguarda i rapporti commerciali ed economici tra Italia e Messico”.

Durante la missione il Sottosegretario ha anche avuto una riunione con il Direttore Generale del Banco Nacional de Obras y Servicios Públicos, Jorge Mendoza Sanchez, insieme ai rappresentanti ABI. Tra gli altri importanti incontri a livello istituzionale e di governo effettuati durante la missione in terra messicana, quello con il Sottosegretario ai Trasporti Carlos Alfonso Moran Moguel e quello con il Direttore Generale del Fondo Nacional de Fomento al Turismo (FONATUR), Rogelio Jímenez Pons; la riunione con la Sottosegretaria per il Commercio Estero, Luz María de la Mora Sánchez.

L’elaborazione della missione del Sottosegretario Merlo è stata molto apprezzata sia dei principali funzionari della Farnesina sia da vari membri del governo. I partecipanti alla delegazione, rappresentanti di associazioni di imprese, industrie e banche, hanno tutti espresso la propria soddisfazione per il lavoro svolto.