Carcere Minorile “Beccaria” Milano: detenuto incendia e aggredisce Agenti di Polizia Penitenziaria e Comandante di Reparto

360

Il SiNAPPe: intervengano le Istituzioni, siamo stanchi di essere vittimizzati 


Agenpress. Nella mattinata di ieri un detenuto adulto di origini sudamericane ristretto per reati contro il patrimonio e la persona ha danneggiato beni dell’Amministrazione, incendiato parte della camera di pernottamento e minacciato, nonché aggredito, gli Agenti di Polizia Penitenziaria, il tutto per un diniego alla partecipazione al teatro interno dell’Istituto.

A darne notizia è Raffaele Picone Segretario Provinciale per la Giustizia Minorile del Si.N.A.P.Pe Sindacato Nazionale Autonomo Polizia Penitenziaria. Oltre al personale ivi in servizio è intervenuto sul posto anche il Comandante di Reparto, apprezzando la sua valida professionalità e doti umane, che con non poche difficoltà si è riusciti a fermare il detenuto ormai in forte stato di agitazione e riportare l’ordine e la sicurezza all’interno della sezione detentiva, In tarda serata il detenuto autore di tale disordine è stato trasferito in altra struttura penitenziaria minorile.

Appare del tutto assurdo – chiosa senza mezzi termini il sindacalista – che, nell’Istituto minorile milanese, la Polizia penitenziaria si ritrova, quotidianamente ad interfacciarsi con situazioni analoghe, purtroppo già verificatesi anche in passato, compromettendo l’ordine, la sicurezza e l’incolumità psico-fisica degli addetti ai lavori.

Esprimiamo massima solidarietà al Comandante di Reparto e al personale tutto – conclude Pasquale Baiano Coordinatore Nazionale per la Giustizia Minorile – e chiediamo all’Amministrazione Centrale delle risposte serie e concrete, a tutela dei lavoratori.