Bergamo. Carabiniere travolto e ucciso da un auto ad un posto di blocco. Arrestato il conducente

390

Agenpress – Un carabiniere 41enne,  del Radiomobile di Zogno, Emanuele Anzini, originario di Sulmona, padre di una bimba che vive in Abruzzo, è morto nella notte a Terno d’Isola, nella Bergamasca, travolto da un’auto a un posto di blocco. A quanto pare l’automobilista che ha investito il militare stava guidando in stato di ebbrezza. L’uomo, un cuoco 34enne di Sotto il Monte, è stato arrestato per omicidio stradale. Ha un precedente simile: nel 2018 gli era già stata ritirata la patente per omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza.

E’ stato travolto da un’utilitaria al posto di blocco e trascinato per una cinquantina di metri. L’impatto è stato violentissimo, tanto che il vetro dell’auto si è distrutto nello schianto: il militare è morto sul colpo.

“Era un’ottima persona, un ottimo elemento, un ottimo collega”: con queste le prime parole il comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri di Bergamo, colonnello Paolo Storoni, ha voluto ricordare l’appuntato Emanuele Anzini.

Anzini, figlio a suo volta di un carabiniere, stava effettuando dei controlli lungo via padre Albisetti, la strada provinciale che da Presezzo e Bonate Sopra porta a Sotto il Monte Giovanni XXIII. L’impatto è stato violentissimo, tanto che il vetro dell’auto si è distrutto nello schianto. Immediato l’allarme via radio da parte del collega che era con lui: sul posto sono arrivate l’automedica e due ambulanze, ma per il carabiniere non c’era ormai più nulla da fare.