Francia. Arrestato Michel Platini. E’ accusato di corruzione per assegnazione Mondiali 2022 al Qatar

481

Agenpress – Michel Platini, ex campione della Juve ed ex presidente dell’Uefa, secondo la francese Mediapart, è stato fermato con accuse di corruzione privata per l’assegnazione dei Mondiali 2022 al Qatar ed è attualmente in custodia nella sede dell’anticorruzione della polizia di Nanterre. Le indagini vertono su “presunti atti di corruzione attiva e passiva di dipendenti non pubblici”.

Nella vicenda sarebbe coinvolto anche l’ex segretario generale dell’Eliseo sotto la presidenza di Nicolas Sarkozy, Claude Gueant, interrogato dagli investigatori.   Secondo la ricostruzione di “Le Monde”, Platini sarebbe stato inizialmente convocato per essere ascoltato come testimone e solo in un secondo momento sarebbe stato deciso di procedere alla custodia cautelare.

L’indagine per “corruzione e associazione a delinquere” era stata stata avviata nel 2016 e guarderebbe da vicino al pranzo organizzato all’Eliseo il 23 novembre 2010 a cui erano presenti l’allora presidente francese Sarkozy, Platini, l’attuale emiro del Qatar, Tamim Ben Hamad Al Thani, e lo sceicco Hamad Ben Jassem, all’epoca primo ministro e ministro degli Esteri dell’Emirato.

In merito a quel pranzo Platini – già sentito come testimone nel dicembre 2017 – ha sempre sostenuto di aver deciso di votare per il Qatar il 2 dicembre prima di recarsi all’Eliseo, di non aver mai ricevuto un’esplicita richiesta a riguardo da Sarkozy e di aver informato di quell’incontro Joseph Blatter, in quel momento presidente della Fifa. Gli inquirenti vorrebbero far luce su quel pranzo e su quello che è successo nei mesi successivi, compreso l’acquisto del Paris Saint Germain nel giugno 2011 – squadra del cuore di Sarkozy – da parte del fondo Qatar Sports Investments, operazione rispetto alla quale Platini era contrario.