Minibot. Giorgetti. “Borghi offeso? Ho detto di puntarli sulla Svezia”

238

Agenpress –  “Borghi si è offeso? Borghi non deve offendersi, gli ho consigliato di puntare i minibot sulla vittoria della Svezia”. Con questa battuta pronunciata ridendo, il sottosegretario allo sport, Giancarlo Giorgetti, è tornato sul caso dei minibot, parlando a Losanna con i giornalisti a margine della presentazione della candidatura di Milano-Cortina ai Giochi invernali 2026.

“Giorgetti è lì che aspetta una cosa importante come le Olimpiadi e gli rompono le scatole con i minibot. È ovvio che poi uno sbotta”, ha replicato al Corriere il presidente della Commissione Bilancio della Camera, Claudio Borghi (Lega) quando gli è stato chiesto della differenza di posizione interna al Carroccio. Il leghista ha poi ripetuto che si trattava di uno scherzo e che anche Giorgetti lo ha chiamato per dargliene conferma. Inoltre, ha escluso la possibilità che Matteo Salvini possa fare un passo indietro sulla questione: “Lo escludo. Non ci sono le condizioni per cambiare idea. Salvini lo sento spesso e finora non mi ha mai espresso dubbi o desideri di venire meno a uno dei nostri cavalli di battaglia”.

“Lo abbiamo spiegato numerose volte, è uno strumento che funziona se è a valle di una certificazione vera dei debiti commerciali. È quello il vero problema non lo strumento”, ha replicato il vice ministro all’Economia, Massimo Garavaglia.

“Sono rimasto molto colpito dal fatto che la Lega abbia cambiato posizione sui minibot: io non sono affezionato ai minibot ma” è necessario che “lo Stato paghi i crediti delle imprese: che si chiamino minibot o in altro modo l’importante è che si paghino, molto importante perché ne va della credibilità dello Stato”, ha commentato il vicepremier Luigi Di Maio. “Dica agli italiani che a loro non toglierà nulla per trovare i 15 miliardi necessari“.