Sea Watch prova a entrare in porto a Lampedusa. LʼUe: “Fateli sbarcare, poi li ricollocheremo”

792

Agenpress – Dopo aver forzato il blocco navale, la Sea Watch 3, con a bordo 42 migranti, ha provato a entrare nel porto di Lampedusa, ma è stata bloccata. “Basta aspettare, disperazione a bordo”, scrive l’Ong. Salvini chiede l’arresto per il comandante Carola Rackete e sfida l’Europa minacciando di non identificare più i migranti in arrivo. “Studieremo una soluzione solo dopo lo sbarco, se non si registrano i migranti si rischia la procedura d’infrazione”, avverte il commissario Ue Dimitris Avramopoulos. Il premier Conte: “Inaudito il comportamento della comandante”. L’Olanda: “Non siamo obbligati a prendere i migranti”.

Questa mattina – informa la portavoce della ong, Giorgia Linardi – la nave ha comunicato con le autorità informandole che erano trascorse ormai 24 ore dalla dichiarazione dello stato di necessità che la ha costretta all’ingresso nelle acque territoriali. Alle 14.16, non avendo ricevuto nessuna comunicazione o assistenza, ha proceduto verso il porto. Ma a circa un miglio le è stato intimato di spegnere i motori. La nave ora è ferma a un miglio dall’ingresso nel porto.

“Probabilmente la situazione si sta sbloccando”, dichiara Sea Watch in un tweet, dove viene postato anche un video della visita a bordo degli uomini della Guardia di finanza mentre parlano con la comandante Carola Rackete. Nel breve filmato si vedono tre militari della Guardia di finanza che entrano nella cabina di comando della nave; uno di loro si rivolge a Rackete: “i nostri superiori ci hanno detto di pazientare da parte vostra perchè probabilmente si sta sbloccando la situazione”. “Ok”, risponde la comandante.

“La soluzione per le persone a bordo della Sea Watch è possibile solo una volta sbarcate». Così il commissario europeo Dimitris Avramopoulos, spiegando che Bruxelles «è coinvolta da vicino nel coordinarsi con gli Stati membri per ricollocare i migranti» quando saranno a terra. Ma dal ministro dell’Interno Matteo Salvini, non ci sono aperture. Ed anche il premier Giuseppe Conte definisce «di una gravità inaudita” il comportamento della comandante Carola Rackete che ha violato l’alt e si è diretta verso Lampedusa. La Sea Watch 3 si è mossa avvicinandosi ulteriormente al porto di Lampedusa. Ora, a quanto si può verificare, si trova a circa 500 metri da terra. Accanto alla nave ci sono una motovedetta della Guardia di finanza ed una della Guardia costiera.