Il Papa riceve Putin

219

Agenpress. Accompagnato dall’arcivescovo Georg Gänswein, prefetto della Casa Pontificia, il Presidente Putin è giunto nella Sala del Tronetto dell’Appartamento pontificio: qui Francesco lo ha accolto con una calorosa stretta di mano, per poi passare nella Biblioteca per l’incontro privato: il colloquio è durato circa un’ora.

Al termine, il saluto alla delegazione russa e lo scambio dei doni. Il Pontefice ha illustrato al capo di Stato una medaglia che commemora i 100 anni della fine della Prima guerra mondiale, regalando anche quella del sesto anno di Pontificato. Quindi ha consegnato una copia del Messaggio per la giornata mondiale per la Pace del 1° gennaio scorso, autografato oggi per Putin, le esortazioni apostoliche Gaudete et Exultate sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo e Christus Vivit ai giovani e a tutto il Popolo di Dio, un esemplare del Documento di Abu Dhabi sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune e infine un’acquaforte raffigurante la Basilica Vaticana e Piazza San Pietro, quasi a rinnovare l’augurio di “tornare” ancora a Roma per il Presidente, ha spiegato Gisotti. Il Presidente Putin ha donato un’icona dei Santi Pietro e Paolo, un libro fotografico e la copia di un film del regista russo Andrej Konchalovskij.