Mediterranea. Miraglia. L’eroe del razzismo di Stato rispetti la legge. Sbarco immediato a Lampedusa

129

Agenpress – La schizofrenia del Ministro della Propaganda è pari forse solo al suo cinismo: se la Libia non è un porto sicuro, e meno male che se n’è accorto anche lui, non si può continuare a chiamare la cosiddetta guardia costiera libica perché vi riporti le persone scappate da quell’inferno. Intanto decine di persone a pochi metri dalle nostre acque territoriali vengono torturate pubblicamente: il Ministro teme che venga appplicata, come nel caso Sea Watch, la legge italiana e cerca di spedire la Alex di Mediterranea a Malta. L’eroe del razzismo di Stato rispetti le leggi evitando che sia sempre la magistratura ad imporglielo.

Si facciano sbarcare subito le persone a Lampedusa liberandole dal ricatto degli interessi privati del Ministro. Tutte le istituzioni si attivino perché si ponga fine a questa palese violazione dei diritti umani.

Così Filippo Miraglia, responsabile immigrazione ARCI (tra i fondatori di Mediterranea).