Il 21 settembre Papa Francesco si recherà in visita ad Albano Laziale

314

Agenpress. Papa Francesco sarà in visita alla Chiesa di Albano il prossimo 21 settembre. Nell’intervista a Vatican News il vescovo di Albano, mons. Marcello Semeraro, manifesta la propria gratitudine al Pontefice:

Permettetemi di esprimere la mia gratitudine, e quella della diocesi, al Papa per aver accolto questo invito. La diocesi di Albano, essendo suburbicaria, ha uno stretto legame con la Chiesa di Roma. Questa diocesi, inoltre, abbraccia il territorio delle ville pontificie che è un’abituale residenza dei Papi. Il sentimento di gratitudine è ancora più grande perché il Papa ha accondisceso di celebrare in questo giorno, il 21 settembre. Sarà un sabato e la celebrazione riguarderà l’anniversario della dedicazione in cattedrale ma il 21 settembre è una data importante.

Importante perché si ricorda un momento cruciale nella vita di Papa Francesco…

R. – Il Papa lo ha ricordato spesso. È il giorno in cui egli colloca la sua risposta alla chiamata del Signore, percepita in una maniera chiara. È una data che ci fa sentire ancora di più i sentimenti di riconoscenza e di amore al Papa.

Come si svolgerà la visita di Papa Francesco ad Albano Laziale?

R. – Il Papa dovrebbe arrivare in auto percorrendo la strada normale, la via Appia, che da Roma porta ad Albano e accedere subito nella Cattedrale per salutare i sacerdoti, per una preghiera particolare di ricordo dell’anniversario della dedicazione della Cattedrale e poi recarsi nella piazza antistante. La celebrazione della Santa Messa si terrà a piazza Pia, la piazza principale della città. Su questa piazza si affacciano le ville pontificie. E ci sono anche due realtà. Una è molto cara al Papa, perché si tratta della comunità dei gesuiti che ospitano la Specola Vaticana. L’altra è quella delle suore clarisse, monache di clausura, che almeno dalle loro finestre potranno partecipare alla Messa celebrata dal Santo Padre.