Omicida: “Non pensavo fosse un carabiniere, avevo paura di essere nuovamente ingannato”

218

Agenpress. L’omicida del carabiniere Mario Cerciello Rega, ucciso con decine di coltellate, dichiara “non pensavo fosse un carabiniere e avevo paura di essere nuovamente ingannato“.

E’ quando afferma Elder Finnegan Lee, il cittadino americano che ha confessato di essere l’autore materiale dell’omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri.

L’intervento dei Carabinieri in borghese è avvenuto dopo il furto di una borsa a un pusher. Telecamere, ma anche tabulati e celle telefoniche hanno incastrato i due turisti americani.