Cassazione. Prescritto il reato di truffa per Bossi e Belsito. Ok confisca dei 49 mln alla Lega

404

Agenpress –  Prescritto il reato di truffa per Umberto Bossi e Francesco Belsito. Quest’ultimo resta responsabile del reato di appropriazione indebita: per lui ci sarà in questo caso la rideterminazione della pena in Appello.

Lo ha deciso la Cassazione che si è pronunciata in merito al processo sulla truffa ai danni dello Stato per i rimborsi elettorali. I giudici hanno anche confermato la confisca dei 49 milioni alla Lega, mentre cadono le confische personali.

Annullate senza rinvio le condanne e le confische personali per Bossi e Belsito, ma non cade la confisca dei 49 milioni alla Lega. Confermate le condanne per i revisori Diego Sanavio eßAntonio Turci, accusati di indebita percezione di erogazionißa danno dello Stato. Assolto il terzo revisore Stefano Aldovisi. Restano fermi eventuali risarcimenti alle parti civili, Camera e Senato.