Travolti e uccisi, autista lascia il carcere e va ai domiciliari. Gip: non voleva uccidere

179

Agenpress. Domenica notte vennero travolti e uccisi due ragazzi Luca Carissimi 21 anni, e Matteo Ferrari, 18 anni.

L’autista, a bordo della sua auto, tamponò lo scooter con a bordo i due giovani. Secondo le testimonianze raccolte ci fu all’interno del locale una lite tra i ragazzi e il 33enne Matteo Scapin che fu arrestato con l’accusa di duplice omicidio volontario.

Per il GIP Matteo Scapin non voleva uccidere e dunque lascia il carcere di Bergamo. L’accusa non è più di duplice omicidio volontario ma è diventato omicidio stradale aggravato.