Bellanova (PD): “Un governo istituzionale non è l’equivalente di un accordicchio”

254

Agenpress. “Un governo istituzionale non è l’equivalente di un accordicchio. E’ mettere al centro della discussione politica la gravità e l’anomalia del momento che il Paese è costretto a vivere e richiamare il Parlamento ad un ruolo centrale che il Governo giallo-verde in questi mesi ha più e più volte offeso e tentato di minacciare.

C’è un Paese in evidente difficoltà. C’è un allarme serissimo sulla recessione. C’è un signore, vicepremier e Ministro dell’Interno ancora adesso, che invece di lavorare è stato in campagna elettorale permanente alimentando un clima di paura e ora piuttosto che riconoscere il fallimento di un governo dove lui è stato dominus indiscusso decide di alzare la posta con l’unico obiettivo di rimanere padrone assoluto della scena utilizzando la prossima Legge di Bilancio come arma contundente contro l’Europa.
Un signore che aveva promesso mari e monti e l’unica cosa che ha prodotto è stato aumentare l’insicurezza nel Paese e moltiplicare i nemici sociali.

Del Paese e degli italiani a Matteo Salvini non interessa nulla. Davanti a tutto questo l’invito a un sussulto di responsabilità perché questa fase venga gestita con enorme saggezza e competenza è il grado zero. Ed è auspicabile che chi presiede le Camere, ad iniziare dalla Presidente Casellati, voglia e sappia svolgere con rigore e schiena dritta, fino in fondo, il suo ruolo di garanzia”.

Così la Senatrice Teresa Bellanova.