Ponte Morandi. Alle 11.36 di un anno fa cadeva il viadotto, 43 le vittime

91

Agenpress – Un minuto di silenzio interrotto solo dalle sirene in mare e dalle campane di tutta la città . Genova piange così le 43 vittime di ponte Morandi.

La cerimonia di commemorazione per le vittime del crollo di ponte Morandi si è interrotta alle 11:36, ora della tragedia. Campane a lutto, il suono delle sirene delle navi in porto e i clacson dei tassisti hanno ricordato la tragedia.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella presente alla commemorazione è stato accolto dal prefetto Fiamma Spena, dal sindaco di Genova Marco Bucci e dal governatore della Liguria Giovanni Toti. Presenti anche Giuseppe Conte, Luigi di Maio e Matteo Salvini.

“La loro è stata una condanna a morte”, ha detto la signora Egle Possetti presidente del comitato delle famiglie delle vittime del Morandi al termine della messa. “Vogliamo giustizia  perché un paese democratico non può essere senza giustizia”.

Al temine il  presidente Mattarella si è ancora soffermato con i familiari delle vittime. Ha parlato con loro, li ha abbracciati. Anche i rappresentanti del Governo hanno salutato i familiari delle vittime. Il presidente del Consiglio Conte si è fermato a parlare con Egle Possetti. Il comitato ha chiesto la revoca delle concessioni.

“Compito della politica seria responsabile è quello di tentare di dare risposte affidandosi agli strumenti utili a tutela della collettività, di realizzare il bene dei cittadini, dell’attitudine l’agire anche in via preventiva programmando azioni di governo che mette in sicurezza il paese e tutte le sue infrastrutture. Su questo siamo impegnati e perseguendo un’opera complessiva di prevenzione”, ha affermato il presidente Giuseppe Conte.