Israele nega ingresso a due parlamentari USA. Netanyahu,no a chi nega la nostra legittimità

155

Secondo  Donald Trump, Israele dovrebbe impedire a due parlamentari democratiche americane di visitare il paese. L’intervento di Trump avviene mentre il primo ministro e altri alti funzionari israeliani hanno fatto sapere che intendono riconsiderare la decisione di autorizzare la visita in Israele la prossima settimana delle parlamentari Ilhan Omar e Rashida Tlaib.

Entrambe le parlamentari sono apertamente critiche della politica israeliana nei confronti dei palestinesi. Israele, ha affermato Trump via Twitter, “mostrerebbe grande debolezza se consentisse a Omar e Tlaib la visita. Loro odiano Israele e tutti gli ebrei e non c’è nulla che possa esser detto o fatto per far cambiar loro idea”. Omar e Tlaib fanno parte con Alexandria Ocasio-Cortez e Ayanna Pressley della cosiddetta “squad”, ovvero sono le quattro deputate democratiche, progressiste e di colore che Donald Trump ha ripetutamente preso di mira sui social network, accusandole di essere contro Israele e gli Usa e pro terrorismo e invitandole a tornare “nei posti corrotti e infestati dal crimine da cui sono venute”, ignorando forse che tre di loro sono nate negli Usa e una ci vive da 10 anni.

“E’ un affronto il fatto che il premier israeliano Benjamin Netanyahu, sotto la pressione di Donald Trump, neghi l’ingresso a due rappresentanti del governo americano”, ha replicato  la parlamentare democratica americana Ilhan Omar.

“L’ironia dell”unica democrazia’ del Medio Oriente che prende una decisione del genere è che è sia un insulto ai valori democratici – ha aggiunto Omar – sia una risposta agghiacciante alla visita di funzionari governativi di una nazione alleata”.

Israele “è aperto a tutti i visitatori e a tutte le critiche”, ma vieterà l’ingresso a chi punta a “rafforzare il boicottaggio e negare la legittimità di Israele”, ha affermato il premier israeliano Benjamin Netanyahu spiegando così la decisione di vietare l’ingresso nel paese alle parlamentari democratiche americane Rashida Tlaib e Ilhan Omar. Israele, ha aggiunto, ha accolto 70 membri del Congresso repubblicani e democratici “a braccia aperte” e “non esiste uno stato al mondo che rispetti gli Stati Uniti più dello stato di Israele”.