Migranti. Open Arms, sbarcano i primi nove. Condizioni igienico sanitarie pessime

147

Agenpress –  E’ stato autorizzato lo sbarco per 5 dei migranti che da 14 giorni si trovano sulla Open Arms. Lasciano la nave della ong spagnola per motivi psicologici e perché bisognosi di soccorsi sanitari.

Ad accompagnarli 4 familiari, quindi complessivamente sono nove persone. La Open Arms resta, intanto, a circa 150 metri dalla costa di Lampedusa (Ag). Sul molo Favarolo, ci sono tutte le forze dell’ordine e le ambulanze per trasferire i migranti.

Si tratta di eritrei e somali che risulterebbero stremati a livello psicologico, motivo per il quale s’è deciso di farli sbarcare.

“Cinque evacuazioni urgenti in 14 giorni. Cosa aspettano ad autorizzare lo sbarco di tutte le persone a bordo, che l’emergenza medica diventi insostenibile?. Quanta crudeltà”, scrive la ong Open Arms in un tweet.

A bordo della Open Arms le condizioni igienico-sanitarie sono pessime: il responso dei medici della Cisom dopo l’ispezione conclusa sulla nave della Ong spagnola che dall’alba di oggi è alla fonda a Cala francese a poche centinaia di metri dal porto ha portato allo sbarco di nove persone dalla nave: cinque persone che secondo i medici presentano seri problemi medici e quattro loro familiari. Restano a bordo, nonostante la grave situazione – antibiotici terminati e molti migranti con infezioni da ferite da fuoco malcurate – tutti gli altri profughi salvati nei giorni scorsi dai volontari.