Addio Nadia Toffa. Il funerale celebrato da Padre Maurizio Patriciello, così come aveva chiesto

176

Agenpress – Sono in corso i funerali di Nadia Toffa. A officiare la messa, padre Maurizio Patriciello, parroco simbolo della lotta alla “Terra dei Fuochi” in Campania, come aveva chiesto la stessa conduttrice, che si era occupata più volte del tema nei suoi servizi per la trasmissione “Le Iene”.

Durante il funerale don Maurizio Patriciello spiega perché Nadia Toffa fosse così amata. “Nadia ha messo l’Italia sottosopra. È stata amata da Nord a Sud, dalla Terra dei fuochi a Brescia. È entrata nel cuore di tutti perché è stata autentica, cocciuta perseverante, tosta. Ha avuto fame e sete di giustizia”.

“Nadia ha voluto che fossi io a celebrare il suo funerale. Mi costa molto, ma glielo devo per quello che ha fatto per noi»”.

Nata a Brescia il 10 giugno del ’79, Nadia Toffa è morta il 13 agosto, ad appena 40 anni. A strapparla alla vita, un tumore cerebrale contro cui lottava da due anni. Era stata lei stessa a raccontare la malattia al suo pubblico. Era l’11 febbraio 2018. Nadia Toffa si presentò negli studi delle Iene dopo un silenzio di tre mesi. E lì, di fronte alle telecamere, raccontò cosa le era successo. Un malore, a Trieste, il 2 dicembre del 2017; il ricovero in ospedale. Il referto: tumore al cervello. E poi la radioterapia, la chemioterapia.

Un lungo applauso e poi un silenzio rispettoso ha accolto alle 10 e 25 l’arrivo del feretro di Nadia Toffa all’ingresso del Duomo Nuovo. Nei giorni scorsi tantissime persone hanno voluto portare un saluto a Nadia Toffa alla camera ardente allestita nel Teatro Santa Chiara.

Sulla bara della conduttrice, Davide Parenti, papà e regista de “Le Iene”, ha posato una cravatta nera, simbolo del programma e marchio distintivo dei suoi giornalisti. Nadia Toffa è entrata nella trasmissione nel 2009 come inviata, per poi condurla dal 2016.

“Nadia era dalla parte dei deboli – ha detto dal pulpito don Maurizio. “Come Gesù è stata amata e odiata. Pagheremo la voglia di giustizia e verità come ha fatto Nadia, amata per la sua sete di verità. Hai saputo fare del tuo lavoro una missione”.