Kabul. Esplosione a una festa di nozze. 63 morti e 182 feriti. Talebani: non siamo stati noi

565

Agenpress – I talebani hanno negato il coinvolgimento nell’ esplosione in una sala dove si stava svolgendo una festa di matrimonio a Kabul. causando la morte di 63 persone e 182 feriti. Secondo alcuni testimoni, si sarebbe trattato di un attentato suicida: un uomo si è fatto esplodere tra gli ospiti.

L’esplosione è avvenuta alle 22:30 alla Dubay City Hall, nella zona occidentale della capitale afghana, dove è predominante la comunità sciita Hazara.

“Esplosione in un albergo dove c’era una festa di nozze. Circa 20 persone sono state trasportate al nostro ospedale”, ha scritto su Twitter un ospedale della capitale afghana. Nasrat Rahimi, portavoce del ministero dell’Interno, ha precisato che la tragedia è avvenuta alle 22.40 ora locale nella Dubai City Hall, nella zona occidentale della città, dove è predominante la minoranza sciita Hazara.

Dieci giorni fa un’autobomba piazzata dai talebani con l’intento di colpire le forze di sicurezza era esplosa nella stessa zona, causando 14 morti e 145 feriti, per lo più civili. Gli estremisti hanno però negato un coinvolgimento in questo attacco, condannando chi prende di mira questi eventi.