L’opinione di Roberto Napoletano. Le lezioni di De Gasperi e Draghi la prova del fuoco di Conte: nuovo patto e missione da statista

133
Roberto Napoletano Direttore del Quotidiano del Sud e l'Altravoce dell'Italia

Agenpress. L’Italia ha bisogno di un nuovo De Gasperi e della sua coerenza meridionalista. L’Europa e il mondo hanno ancora bisogno di Draghi perché è la sua indiscussa leadership monetaria globale a consentire di riarmare il bazooka con il riacquisto di attività nette (Qe2), taglio dei tassi e qualche altra sorpresa. L’Italia ne avrebbe ancora più bisogno perché c’è un punto dove il carismatico leader politico e il carismatico banchiere centrale si incontrano: è un punto comune che fa la differenza per il futuro di un Paese perché è quello in cui entrambi diventano statisti.

Il primo perché pone le basi, con la sua azione politica, per trasformare un Paese agricolo di secondo livello prima in un’economia industrializzata poi in una potenza economica mondiale. Il secondo perché in assoluta solitudine con tre sole parole (whatever it takes, sarà fatto tutto ciò che è necessario) mette coraggiosamente in gioco la sua credibilità personale e salva l’euro, di conseguenza l’eurozona e l’Italia. Sono risultati che appartengono alla storia. Questa merce rara fa la differenza. Soprattutto, per un Paese come il nostro che, diversamente dalla Spagna, non ha voluto o non ha saputo sfruttare l’ammortizzatore sociale monetario messo coraggiosamente in campo da Draghi – capovolgendo l’impostazione del suo predecessore francese, il patriota Trichet, e vincendo l’opposizione del Governatore della Bundesbank Weidmann – per chiudere la brutta stagione del regionalismo miope, riprendere a fare spesa per investimenti nel Mezzogiorno, mettere in sicurezza la finanza pubblica.

Con questa consapevolezza ascolteremo il discorso in Parlamento del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, perché riteniamo che ci siano dei momenti in cui il riscatto delle istituzioni deve ritrovare la sua sede solenne anche in un Paese umiliato davanti agli occhi del mondo perché la sua politica si espone a torso nudo sul bagnasciuga “dello stato libero di Bananas”. Da Giuseppe Conte gli italiani si attendono oggi parole chiare.

Per leggere la versione integrale dell’editoriale del direttore Roberto Napoletano clicca qui:

https://www.quotidianodelsud.it/laltravocedellitalia/editoriali/2019/08/20/lezioni-de-gasperi-draghi-prova-fuoco-conte-nuovo-patto