Governo. Berlusconi. Maggioranza di centrodestra o elezioni

228

Agenpress –  “Forza Italia ha condotto un’opposizione seria e coerente in parlamento cercando di correggere molti errori e migliorare provvedimenti del governo con lo stesso senso di responsabilità dimostrato finora, e che è stato molto oneroso in termini politici per il nostro partito. Ma oggi mettiamo in guardia da un governo frutto di una maggioranza tra diversi e improvvisata”.

L’ha detto il presidente di Forza Italia ed ex premier Silvio Berlusconi, al termine delle consultazioni con Sergio Mattarella.

“L’esperienza appena conclusa dimostra che i progetti di governo si fanno con i tempi e con le idee compatibili, non dopo il voto ma prima. Quindi un governo non può nascere in laboratorio, se basato solo su un contratto”.

“Non riferisco come Merkel e Juncker hanno definito il precedente governo. E’ stata indebolita l’economia italiana al punto che rasenta la crisi con un debito pubblico che ha superato il livello di guardia”, ha detto ancora.

“Una maggioranza che non rispecchia la maggioranza degli elettori è una mera coincidenza di forze che si sono contrastate, non può essere la base per un esecutivo stabile e credibile ma solo una presa in giro degli elettori ed un tradimento delle loro volontà”.

“Un governo sbilanciato a sinistra sarebbe pericoloso per le imprese, lo sviluppo, la sicurezza”.

“In nessun caso Fi è disponibile ad alleanze con chi abbiamo contrastato in campagna elettorale e che esprimono una visione del paese diversa e opposta”.

“Un governo fortemente sbilanciato a sinistra sarebbe pericoloso per le imprese e per le garanzie di libertà dei cittadini” con il rischio che “messo di fronte alle difficoltà ricorra ad una patrimoniale che comprometterebbe definitivamente le prospettive di crescita” .

“Serve un Governo che scongiuri ipotesi avventurose di uscita dall’Euro e dalla Ue ma consenta all’Italia di contare in Ue e di consolidare i nostri interessi nazionali come spetta a un Paese fondatore”, ha aggiunto.

“Noi di Fi che siamo in Italia in assoluto i continuatori, garanti e testimoni delle tradizioni democratiche, liberali e cristiane della civiltà occidentali, proponiamo il modello di centrodestra che governa in moltissimi comuni e nella maggioranza delle regioni italiane e che è oggi la maggioranza naturale degli italiani”.

“Occorre costituire in Parlamento una maggioranza di centrodestra che corrisponda al sentire degli italiani. Qualora non fosse possibile, la strada maestra è una sola: elezioni anticipate. Questo è il suggerimento formulato al capo stato in cui Forza Italia ripone massima fiducia per le scelte che riterrà di fare”.

“Il centrodestra è la maggioranza naturale come confermato da una molteplicità di sondaggi, un centrodestra moderno, europeo, liberale e credibile capace di farsi ascoltare in Ue e nel mondo con una chiara vocazione atlantica ed europeista”.

Con una maggioranza tra Pd e M5s ci sarebbe il rischio di “un’imposta sulle successioni alla francese che arriverebbe fino al 45%”.