Governo. De Falco. Di Maio alla deriva, ha perso il contatto con la realtà

526

Agenpress – “Di Maio evidentemente ha voglia di riconquistare un ruolo preminente non solo nel governo ma nel Movimento, perché a questo punto ha un problema di leadership rispetto a Conte”.

Lo dice Gregorio De Falco, senatore espulso dal Movimento 5 Stelle, in una intervista al Corriere della Sera.

“I 20 punti che  ha consegnato al premier incaricato Giuseppe Conte? Un programma buono per i prossimi 20 anni del miglior esecutivo del mondo. Un programma utopico”.

La mossa di Di Maio si spiega “col fatto che è alla deriva, ha perso il contatto con la realtà e purtroppo questo sta provocando un danno al Paese, come si è visto con la reazione dello spread”. Il voto degli iscritti alla piattaforma Rousseau, aggiunge, “merita una riflessione. Innanzitutto, da statuto, non ha valore decisorio ma consultivo. Ma soprattutto il voto avrebbe avuto senso a monte delle consultazioni, per conferire il mandato a trattare, non a valle, altrimenti incide sul procedimento regolato dalla Costituzione. Procedimento che non può trovare ostacolo nel voto di 40-50mila persone su una piattaforma di un’associazione privata”.

Alla domanda se voterà la fiducia a un eventuale governo tra M5s e Pd, risponde: “Io vorrei votarla, ma prima Conte dovrebbe dirci qualcosa nel merito. Io, Nugnes e De Bonis (altri due senatori espulsi dal Movimento, ndr) abbiamo costituito una componente piccola. Conte ne vuole tenere conto? Ci vuole sentire? Noi siamo pronti a incontrarlo e poi valuteremo”.