Governo: Conapo, modificare punto 23 programma su Vigili fuoco

1239

Il segretario Brizzi: equiparazione retribuzioni sia scritta chiara


Agenpress. “Chiediamo di modificare il punto 23 della bozza del programma di governo affinché sia inserito il chiaro impegno dell’esecutivo a provvedere in favore dei Vigili del fuoco ad azzerare le differenze retributive e previdenziali esistenti rispetto alle Forze dell’ Ordine. Non è possibile rimandare ancora questa operazione di rispetto istituzionale verso i Vigili del fuoco”.

Cosi il Conapo, sindacato autonomo dei vigili del fuoco in una nota inviata al Premier incaricato Giuseppe Conte, al Capo politico del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio e al Segretario nazionale del Partito Democratico Nicola Zingaretti.

“Esiste una ingiusta sperequazione che da troppo tempo penalizza i Vigili del fuoco e che tutti – spiega Antonio Brizzi segretario generale Conapo – a parole dicono di voler risolvere ma che puntualmente passa in secondo piano nei governi. Ecco perché chiediamo rispetto per i Vigili del fuoco attraverso il chiaro inserimento della risoluzione sin da subito nel programma di governo, come il precedente esecutivo lo aveva a chiare lettere inserito nell’allora contratto di governo”.

Secondo il sindacato Conapo le misure di equiparazione retributiva e pensionistica dei Vigili del fuoco comporterebbero un “impegno di spesa di 216 milioni di euro all’ anno come recentemente calcolato dai competenti uffici del Ministero dell’ Interno su incarico del Ministro Salvini e del Sottosegretario Candiani”.