Home Cronaca L’ex moglie di Matteo Salvini: “Frasi su mia figlia un delitto giornalistico...

L’ex moglie di Matteo Salvini: “Frasi su mia figlia un delitto giornalistico imperdonabile”

735

Agenpress. Dopo il post scritto dal caporedattore di RadioRai Fabio Sanfilippo, dove citava la figlia di Salvini come da «rieducare» e farsi controllare «da degli esperti». Giulia Martinelli, l’ex compagna di Matteo Salvini nonché mamma della piccola Mirta, con una lettera a Libero prende forte posizione sul caso difendendo a spada tratta il nome e l’immagine della figlia ancora bambina avuta con Matteo Salvini.

Caro Direttore, affido a te e al tuo giornale queste poche righe per esprimere la mia amarezza, la mia rabbia e il mio dolore. Sì dolore. Quello che ho provato nel leggere due giorni fa le parole allusive e meschine scritte e pubblicate su mia figlia Mirta e sul suo papà».

Dolore per chi dice di amare e non odiare, per chi è padre, per chi ha la grande fortuna di avere avuto il dono di figli da crescere, da educare, da portare sulle spalle e da aprire al mondo. Quel mondo che deve insegnare rispetto, lealtà e valori, ovvero l’ educazione che io e Matteo stiamo dando quotidianamente a nostra figlia”.

“Quelle frasi su mia figlia Mirta mi fanno rabbrividirecoinvolgono una bambina di sei anni che ignora e nulla ha a che fare con le vicende politiche delle ultime settimane. Mi tremano le mani. Personalmente in tanti anni non ho mai detto né scritto una parola, non sono mai intervenuta pubblicamente, ma mai come oggi si era arrivati così in basso, e mai come oggi si è mai offeso e vilipeso il rifugio affettivo e sicuro di una bambina di sei anni”.

«Sfregiare la loro intimità ed il loro equilibrio psicologico a fini politici è un delitto giornalistico imperdonabile. Perché gratuito, miserabile e soprattutto ignorante».


Compra il tuo spazio pubblicitario su Agenpress
2.000.000 di Page Views/mese
500.000 Visitatori Unici/mese

Info: +39 338 8858 641