Conte: “Modificare Dublino e decreti sicurezza, più fondi all’Africa”. Salvini: “ricattuccio”

410

Agenpress – La questione dell’immigrazione “va gestita a livello europeo e va modificato il regolamento di Dublino”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che poi, riferendosi ai decreti sicurezza ripete: “Questo governo è stato chiaro: raccoglierà le osservazioni del presidente della Repubblica”.

La questione dell’immigrazione “va gestita a livello europeo e va modificato il regolamento di Dublino”, mentre sul decreto sicurezza bis, il governo “raccoglierà le osservazioni del presidente della Repubblica”. Poco prima Matteo Salvini, rivolgendosi al suo successore al Viminale Luciana Lamorgese, aveva definito come “ricattuccio” l’ipotesi di stop al dl sicurezza.

“Sono assolutamente a disposizione del nuovo ministro degli Interni per i dossier aperti. Non per i consigli perché non ne ha bisogno, ma può contare sulla mia leale collaborazione perché si occupa di sicurezza del Paese. Mi auguro che non si pieghi ai ricattucci della sinistra cancellando i decreti sicurezza perché farebbe il male di questo Paese”. L

“Rivedere il patto di stabilità e crescita, assecondando la crescita economica e lo sviluppo sostenibile dell’Italia e dell’economia intera. Maggiori investimenti delle periferie dell’Europa. Approfittare perché degli investimenti approfitti il nostro Sud. E chiedere che l’Europa investa più cospicuamente nel continente africano perché è impensabile che l’Europa investa in maniera molto meno consistente della Cina in Africa”, ha detto ancora.

“Dobbiamo fare di tutto per poter realizzare le riforme che stanno a cuore al Paese, in una prospettiva di nuova legislatura europea. Confido che anche le forze di opposizione diano il loro contributo perché quello che costruiremo in questa legislatura andrà a beneficio di tutti gli italiani”, a partire dalla “revisione del patto di stabilità e crescita”.