Bellanova: “La vera emergenza dell’Italia non è l’immigrazione, ma il lavoro”

2247

Agenpress. «L’Italia è tra le sette potenze economiche mondiali eppure ancora oggi si muore sul posto del lavoro. Questa situazione non è tollerabile. Lo Stato deve decisamente intensificare la lotta alle morti bianche con un mix di prevenzione e formazione».

La ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova, sessantuno anni, già viceministra dello Sviluppo economico e sottosegretaria al Lavoro, è rimasta “scioccata” per la tragedia dei quattro operai morti a Pavia. Nell’ennesimo, tragico incidente sul lavoro nel nostro Paese.

«Questa è una delle sfide più importanti che abbiamo davanti. Lo Stato deve fare il possibile affinché il lavoro tuteli la vita delle persone. Non si dovrebbe mai morire di lavoro, ancor più in un Paese sviluppato come il nostro. Ma le lacune esistono e vanno colmate: il governo, le istituzioni, le aziende, i sindacati devono lavorare insieme. La vera emergenza dell’Italia non è l’immigrazione, ma il lavoro. E il lavoro deve migliorare la qualità della vita non diventare causa di sofferenza o di morte».