1a Giornata Mondiale sui Tumori Ginecologici (World GO Day)

184

Agenpress. Il 20 settembre 2019 la Società Europea di Ginecologia Oncologica ESGO e il network europeo delle associazioni pazienti di Tumori Ginecologici ENGAGe chiamano a raccolta le donne di tutto il mondo per celebrare la 1a Giornata Mondiale sui Tumori Ginecologici.

L’obiettivo è migliorare la conoscenza  sui fattori di rischio, sui sintomi, sulle possibilità di diagnosi precoce e sulle strategie di prevenzione dei 5 tumori ginecologici: tumore della cervice, dell’ovaio, dell’utero, della vagina e della vulva.

La Giornata nel mondo

Ogni anno, questi tumori colpiscono nel mondo complessivamente 1 milione e 300mila donne (44% cervice, 23% ovaio, 29% endometrio e meno del 5% vulva e vagina). Inoltre, globalmente  quasi 4 milioni di donne convivono con essi (Globocan 2018) mentre sono 468.000 le donne che ogni anno perdono la loro battaglia, di queste il 67% per tumore della cervice.

Da un’indagine condotta nel 2017 da   ESGO-ENGAGe su 1436 pazienti in 10 paesi europei per individuare i bisogni insoddisfatti delle pazienti colpite da queste patologie, sono emersi risultati purtroppo  scoraggianti che rivelano un basso livello di conoscenza delle donne circa diagnosi, prevenzione e test di screening.

Il World GO Day nasce per colmare questo vuoto informativo, invitando le donne ad aderire con l’hashtag #WorldGODay e #GOfor alla campagna  di informazione mondiale attiva sui social e sul sito web ufficiale www.worldgoday.org  dal titolo “GOfor…Awareness, Action, Hope, Life”, dove l’acronimo GO sta per  “Ginecologia Oncologica” ma in lingua inglese allude anche alla “scelta di agire” contro questi tumori.

Oltre alla campagna social, le 50 associazioni aderenti in 22 paesi organizzano iniziative sul territorio, prevalentemente di taglio sportivo, che diventeranno momenti di aggregazione di pazienti, esperti e grande pubblico e durante i quali verrà distribuito materiale informativo

Concordi Esra Ürkmez e Murat Gultekin, co-presidenti di ENGAGe, nel  dichiarare:  “Crediamo che la Giornata Mondiale sui Tumori Ginecologici del 20 settembre incoraggerà le donne ad impegnarsi, a organizzare iniziative locali e ad aumentare la conoscenza del pubblico su prevenzione e  diagnosi precoce e sulle migliori opzioni terapeutiche. Associazioni, società farmaceutiche e organizzazioni internazionali  devono agire per cambiare il futuro dei tumori ginecologici”

Cosa succede  in Italia

In Italia i tumori ginecologici colpiscono ogni anno 17.400 donne e sono quasi 230.000 le donne malate, ma tuttora l’opinione pubblica è poco informata.

C’è poca consapevolezza, ad esempio,  della possibilità di prevenire al 100% alcuni tumori come quello della cervice uterina, della vagina e della vulva con la vaccinazione contro il Papilloma Virus (HPV), responsabile di questi tumori femminili e di altri che colpiscono anche la popolazione maschile.

Acto onlus lancia quindi,  in occasione di questa giornata , la nuova  guida dal titolo “Conoscere i tumori ginecologici – sintomi, diagnosi, cura, prevenzione”, che in modo sintetico fornisce le informazioni fondamentali sui 5 tumori per insegnare alle donne a cogliere anche i primi segnali di allarme, a capire la necessità di rivolgersi a centri specializzati e ad adottare le misure di prevenzione disponibili.

La nuova guida verrà distribuita in formato cartaceo in tutte le iniziative territoriali in Italia e sarà scaricabile gratuitamente dal  sito www.acto-italia.org a partire dal 20 settembre.

Inoltre, sono numerose le iniziative organizzate a livello locale dalle affiliate ACTO, eccole in breve:

Partita nel cuore” organizzata da Acto Piemonte al Palacollegno  con le squadre del Collegno Basket e del PMS Moncalieri Basket insieme a medici, pazienti, sostenitori per celebrare le donne che convivono con una diagnosi di tumore ginecologico  e distribuire materiale informativo.

Tutte le informazioni al link https://www.acto-italia.org/acto-piemonte/eventi-e-appuntamenti/il-20-settembre-tutti-al-palacollegno-con-acto-piemonte-per-celebrare-il-1-world-go-day

Lo sport per le donne” organizzata da Acto Lombardia una kermesse che vede dimostrazioni di danza, ginnastica ritmica e scherma alternate all’incontro con i medici dell’ospedale San Gerardo di Monza e A. Manzoni di Lecco.

Dettagli e contatti per iscrizioni al link https://www.acto-italia.org/news–eventi/go-day—giornata-mondiale-sui-tumori-ginecologici/20-settembre-2019-si-celebra-la-1a-giornata-mondiale-sui-tumori-ginecologici

 L’incontro “L’ospedale che vorrei – I medici incontrano le pazienti” organizzato da Acto onlus all’Ospedale dell’Angelo di Mestre per stimolare uno scambio di esperienze e opinioni tra pazienti, personale sanitario e direzione ospedaliera con l’obiettivo di raccogliere suggerimenti per rendere “l’ospedale più ospitale”.

Informazioni e iscrizioni al link: https://www.acto-italia.org/news–eventi/eventi/all39ospedale-dell39angelo-di-mestre-l39incontro-l39ospedale-che-vorrei-celebra-la-1a-giornata-mondiale-sui-tumori-ginecologici

Acto Bari sarà presente alla Fiera del Levante nello spazio riservato alle Associazioni del volontariato con un desk presidiato dalle le associate con l’intervento degli specialisti delle varie patologie ginecologiche per fornire informazioni e distribuire  materiale informativo.

Inoltre, Acto Bari parteciperà  il 23 e il 27 settembre alla “Notte dei Ricercatori”, iniziativa promossa dalla Commissione Europea con l’obiettivo di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica.

Per informazioni e iscrizioni https://www.acto-italia.org/acto-bari/eventi-e-appuntamenti/20-settembre-2019-si-celebra-la-1a-giornata-mondiale-sui-tumori-ginecologici

Acto Campania celebra invece con la diffusione di uno spot a livello regionale e la partecipazione, il 27 settembre, alla “Notte dei Ricercatori” all’Istituto dei Tumori Fondazione Pascale con un desk informative-

Per saperne di più https://www.acto-italia.org/acto-campania/eventi-e-appuntamenti/acto-campania-celebra-con-uno-spot-la-1a-giornata-mondiale-dei-tumori-ginecologici