Governo. Renzi. “Abbiamo interesse che duri. Sconfitto Salvini nel Palazzo, adesso va combattuto”

264

Agenpress – “Se è vero come è vero che abbiamo sconfitto Salvini nel Palazzo, anche per colpa di Salvini – il ragazzo ci ha messo del suo perché, mia opinione, un mojito in meno e non succedeva niente – adesso va combattuto in mezzo alle fabbriche, tra le persone, ad esempio nei centri del volontariato”.

Così Matteo Renzi in un’intervista a Rtl 102.5.

“Ovvio che abbiamo tutto l’interesse a mandare avanti il Governo, lo abbiamo fatto nascere. Perché questa cosa che uno fa nascere il Governo il 4 settembre e lo fa crollare il 24 non è nemmeno nei manuali di schizofrenia si trova. Quindi è evidente che noi abbiamo interesse che il governo faccia le cose, che  funzioni, noi diamo una mano, anzi ci sarà qualche voto in più nel Governo non in meno”.

“Fermo restando che il documento programmatico va bene, una cosa che a me sembra prioritaria oggi in Italia, è un grande investimento sui figli, sugli asili nido, sul futuro dei bambini. Nella scorsa legislatura abbiamo fatto il Jobs Act, è stato oggetto di grandi discussioni ma i dati dicono che ha portato un aumento di oltre un milione di posti di lavoro, ma questo è il passato. Oggi occorre, come ha detto la Ministra della famiglia Bonetti, un ‘family act’ ovvero un assegno universale per i figli, l’Italia è il paese che fa meno figli di tutti”.

. “Trent’anni fa – sostiene l’ex premier – c’erano un milione di bambini che nascevano in Italia, nel 2018 meno di mezzo milioni, compresi i migranti. Vogliamo dire che la maternità non può essere un lusso in questo Paese? Per me la priorità non è l’emergenza democratica ma l’emergenza demografica, non fa più figli l’Italia, bisogna tornare a incoraggiare e questo vuol dire dare una mano alle donne, sostenerne le possibilità di lavorare, mettere leggi che aiutino sugli asili nido e sui congedi parentali e poi l’assegno universale sui figli. Devo dire che su questo c’era un impegno sia di Di Maio che, addirittura, di Salvini, visto che siamo tutti d’accordo su questo sarebbe bello che l’Italia votasse una legge per dare denaro per ogni figlio e servizi per ogni famiglia”.