Istituto Friedman: “Governo parla soltanto di nuove tasse. Usa cittadini come bancomat”

339

Agenpress. “In queste ore abbiamo deciso di prendere parte, con una delegazione del nostro Istituto economico, alla Festa di Atreju su invito di Fratelli d’Italia. Stiamo ascoltando proprio in questi minuti da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, un elenco di nuove tasse che verranno inferte agli italiani attraverso la prossima manovra economico-finanziaria.

A partire dalla tassa sui prelievi di contanti, stupidamente proposta da Confindustria, passando per quella sulle bibite gasate. Avevamo chiesto, senza pregiudizio nei confronti del nuovo Esecutivo, in particolare al Premier di farsi garante delle libertà economiche nel nostro Paese.

Prendiamo atto invece che a quando lo stesso Premier Conte afferma stamane, pare vi sia anche il suo impegno nell’ingegnarsi ad individuare nuove tasse e nuove forme di oppressione fiscale che penalizzeranno tutti noi e l’economia nel medio termine.

Uno Stato nemico dei cittadini, che pensa soltanto a utilizzarli quali bancomat per una spesa pubblica, sempre maggiore e inaccettabile, è esattamente lo Stato che combattiamo e combatteremo con sempre maggiore forza: con le nostre idee e con i nostri studi economici liberali” .

Così Alessandro Bertoldi, Direttore esecutivo dell’Istituto Milton Friedman, commenta in diretta da Atreju le parole del Premier Giuseppe Conte.