Vono. Lascio il M5S per Italia Viva. Di Maio vuole 100mila euro? Mi sembra una minaccia

1111

Agenpress – A Luigi Di Maio “voglio bene, l’ho sempre sostenuto. Matteo Renzi, invece, secondo Vono “può avere fatto anche degli errori, o meglio degli azzardi politici sbagliati, ma oggi ha avuto il coraggio di mettersi in gioco. Io comunque non sono mai stata contro nessuno. Ammiro molto Renzi, è intelligente e lungimirante. “In politica non ci sono nemici. Bisogna confrontarsi con tutti”.

Lo afferma la parlamentare in uscita dal M5S, Silvia Vono, in un’intervista a Repubblica in cui spiega perché ha deciso di lasciare il MoVimento per passare nel gruppo di Italia Viva.

Ma sulla richiesta di 100 mila euro per chi, come lei, deciderà di lasciare il M5S, risponde: “Mi sembra una minaccia. Non comprendono, nei 5S, il valore aggiunto che le persone rappresentano e non sanno che cos’è la democrazia”.

Vono dice di non essere “una trasformista. Il vincolo di mandato non c’è nella Costituzione e non deve esserci. Chi fa politica non lo fa per rafforzare le fila di un partito, ma per dare risposte ai cittadini. Se no, personalmente, restavo a fare l’avvocato”.   E aggiunge che con il fondatore di Italia Viva “c’è stato un incontro casuale al bar e mi ha convinta. Andrò alla Leopolda, conto di portare gente. La scommessa di Italia Viva è radicarsi”.