Antonella Illuminati (Re Mind): occorre un progetto intergenerazionale per l’ambiente

738
Antonella Illuminati direttore di area Re Mind

Agenpress. A margine del meeting “Sicurezza della popolazione, degli immobili e degli investimentiè intervenuta il direttore di area Re Mind Antonella Illuminati che ha fatto presente che “noi abusiamo della terra perché la consideriamo come una merce che ci appartiene. È solo quando vediamo la terra come una comunità a cui appartenere, che iniziamo a trattarla con amore e rispetto.

Aldo Leopold Elinor Ostrom nel 2009 é stata insignita del premio per l’economia per il suo libro”governing the commons: the evolution of institution for collective action”, il tema dei beni comuni é più che mai di attualità”.

“In questo scenario,” – ha proseguito l’esponente Re Mind – “alla luce della legge 168 del 20/11/2017 più che mai si pone l’attenzione sulla proprietà collettiva da intendersi come un diverso modo di possedere ed un diverso modo di gestire.

È necessario unire e coordinare insieme al Presidente Re Mind Paolo Crisafi, gli sforzi per l’ambiente, nella visione di un progetto intergenerazionale!

Il disinteresse per le zone verdi, la noncuranza e il degrado nonché la conseguente mancanza di controllo del territorio non deve più accadere! Desidero chiudere con una citazione di Gunther Anders “l’umanità che tratta il mondo come un mondo da buttare via finirà per trattare se stessa come un’umanitá da buttare via”.