Nella legge di bilancio saltano i prepensionamenti per l’Editoria

1250

Agenpress. Il ministero dell’economia ha preso in contropiede il sottosegretario all’editoria Andrea Martella stoppando i prepensionamenti che avrebbero dovuto far parte del pacchetto di interventi urgenti per l’editoria nella legge di bilancio.

La cancellazione sarebbe dovuta ad una lacunosa informativa da parte del Ministero del Lavoro, che non avrebbe specificato che i soldi per finanziare i prepensionamenti erano già stanziati dal fondo per il pluralismo.

Comunque lo spiacevole equivoco dovrebbe essere corretto con la ripresentazione della quota di 14 milioni per i prepensionamenti ripartita fra giornalisti e poligrafici nell’emendamento del Governo nel corso della discussione parlamentare della Legge di Bilancio.