Roma. Spari in una tabaccheria, titolare reagisce, muore un rapinatore

518

Agenpress – Verso le 19 due uomini armati, entrambi italiani, si sono introdotti in un bar-tabaccheria di viale Antonio Ciamarra, nella zona di Cinecittà Est, Roma, per rapinarla, ma il titolare, un cinese, avrebbe reagito e nella colluttazione con i malviventi sarebbero partiti due colpi da una pistola. 

Un proiettile ha raggiunto e ucciso un rapinatore italiano di 69 anni, Ennio Proietti, mentre l’altro ha ferito a un fianco e a una gamba il cinese, di 56 anni. L’altro bandito, anche lui un italiano di 58 anni, Enrico Antonelli, è stato arrestato dai poliziotti del commissariato Romanina. All’esterno del locale gli agenti hanno trovato uno scooter acceso pronto per la fuga. Il titolare del bar ferito sarebbe grave, ed è stato trasferito in codice rosso al policlinico Umberto I.

Antonelli ha precedenti per spaccio di droga e ricettazione e secondo quanto si apprende, sarebbe stato sottoposto in passato anche alla sorveglianza speciale e agli arresti domiciliari. Ferito il titolare del bar, un cinese di 56 anni. Sul posto, in via Antonio Ciamarra, i poliziotti del commissariato Romanina e i soccorritori del 118.

La dinamica di quanto accaduto è ancora al vaglio degli agenti. Pare, però, che tutto sarebbe accaduto alle 19 circa, quando in due, in sella a uno scooter, si sono fermati davanti al bar ricevitoria al civico 186.

Dopo aver lasciato il ciclomotore acceso, sono entrati nell’attività commerciale, dove hanno avuto una colluttazione con il titolare. Durante lo scontro fisico sarebbero stati esplosi almeno due colpi di pistola.  Al momento non è chiaro a chi appartenesse l’arma.